20180228_clericus-cup_squadra

Comincia la Clericus Cup

El domingo pasado, bajo la lluvia romana que nos acompaña estos días, comenzamos nuevamente nuestra participación en la Copa Clericus .

El grupo de este año es bastante fuerte, como todos los años, pero como siempre, trabajaremos duro para causar una buena impresión. Estamos jugando contra el Pontifical Urban College , ganador de la edición anterior; contra los seminaristas estadounidenses de los Marthirs de América del Norte , y finalmente contra nuestros vecinos del Colegio Pontificio Piadoso-Latino .

El partido del domingo fue contra los chicos de Propaganda Fide del Collegio Urbano. Fue un partido difícil, tanto por la lluvia como por la velocidad del contrario, pero luchamos duro hasta el final. Desafortunadamente, una red fortuita en 39 ‘dio a los seminaristas la ventaja, pero no nos derrumbamos, al menos como equipo, porque hubo 5 cambios obligatorios debido al gran esfuerzo que trajo el límite físico a nuestros jugadores. Así que logramos mantener el resultado hasta el último minuto, que después de una buena jugada de Kayiwa hizo un segundo gol. Resultado final 2-0.

Hemos jugado como nunca antes, y hemos perdido como siempre.

Este fue el partido más difícil. Todavía todo está abierto, y el grupo decide. Defenderemos nuestro punto blaugrana con honor.

 

21782859920_cfc25e94c1_k-1

Momenti Speciali

Lo scorso 10 febbraio abbiamo avuto la Santa Messa di funerale in ricordo di Catalino Muralles, papà di don Tito che abita presso il nostro Collegio. Un’opportunità per pregare tutti insieme e accompagnare nel suo dolore un nostro fratello. I cantici, a cura del piccolo coro di Altomonte, sono stati guidati da don Cyprien e il Diacono Maxime.

Il venerdì 2 marzo avremo un’altra Messa di funerale per il papà di don Santiago che ci permetterà ancora di essere insieme come una grande famiglia Altomonte. Al nostro ricordo uniamo anche i nostri benefattori defunti e gli alumni defunti della Pontificia Università della Santa Croce. Riposino in pace.

 

Retiro ad Altomonte

Sabato scorso abbiamo cominciato con il nostro primo ritiro mensile ad Altomonte, è al tempo stesso cominciato la tematica che ci guiderà lungo l’anno accademico. Quest’anno guardiamo alla formazione Sacerdotale prendendo  spunto dalla “Ratio Fundamentalis Institutionis Sacerdotalis“.

Abbiamo avuto come predicatore il Rev. Prof. Don Manuel Belda che ci ha ricordato che il nostro Sacerdozio deve essere sempre riflesso del Cuore di Cristo. Un ritiro indirizzato non soltanto ai sacerdoti ma anche ai diaconi che qui vi abitano. Abbiamo quindi riflettuto che il Sacerdozio non è il punto di arrivo bensì il punto di partenza verso la missione che ci aspetta nelle nostre diocesi, perciò la formazione all’università e gli studi accademici prepara quelli che ne partecipano per renderci più disponibile al lavoro pastorale.

Alla fine abbiamo avuto il Santo Rosario e la benedizione col Santissimo. Vi affidiamo alle nostre preghiere e vi chiediamo di pregare per noi Sacerdoti in formazione.

Comincia il corso 2017-18

Ogni inizio dell’anno accademico è un momento speciale: ci ritroviamo i vecchi studenti dopo il tempo estivo e accogliamo quelli che sono appena arrivati, riprendiamo le lezioni e comincia di nuovo lo studio. Ci sono tante sfide, illusioni e impegni da portare avanti.

Il corso comincia pian piano, ma è nella Santa Messa dello Spirito Santo, dove ci troviamo tutti per affidare al Signore la nostra vita e il nostro studio, che si dà inizio ufficiale al nuovo corso.

20171017_messa-gruppo

La celebrazione è stata presieduta da Mons. Luis Navarro, Rettore Magnifico dell’Università, che ci ha ricordato nell’omelia che questi anni romani saranno molto importanti per la nostra vita sacerdotale.

Avremmo l’occasione di vivere il sacerdozio in un modo diverso, dal vertice di una visione universale, nel servizio fraterno dei sacerdoti che camminano con noi in questa aventura che è appena cominciata.

20171017_tavolo

La celebrazione ha continuato con la cena festiva che abbia condiviso, in cui Don Luis Navarro, già residente di questo Collegio, ci ha salutato a tutti; chiedendoci di pregare per tutta l’università: i docenti, gli studenti, ma anche quelli che vi lavorano.

Mons. Patron torna a casa

Lo scorso 16 settembre S.R. Mons. Patron Wong, Segretario della Congregazione per il Clero, ha avuto un primo incontro con i sacerdoti studenti che sono appena arrivati. In un’amichevole conversazione, ci ha fatto capire la vicinanza del Santo Padre a tutti noi, sottolineando l’importanza di questi anni romani per la nostra formazione e quella delle famiglie in diocesi tramite noi. Ha insistito con molta forza che siamo venuti a Roma non solo per studiare ma soprattutto per essere migliori sacerdoti per diventare sempre migliori pastori.

Per tre volte ha detto che la nostra fraternità sacerdotale è fondamentale invitandoci a curare con affetto tutti i nostri fratelli sacerdoti e i seminaristi. Poi, dopo l’incontro, abbiamo avuto l’onore di averlo avuto ospite a cena.

Grazie Monsignor Patron perché ci fa sentirci a nostro aggio a Roma, La aspettiamo ancora a questa casa sua.

Grazie e auguri

Don Javier Canosa, rettore del Collegio Sacerdotale Altomonte ormai da parecchi anni fa, ci ha comunicato che è stato chiamato ad un’altro incarico. A partire del mese di settembre sarà rettore di un seminario internazionale.

Don Pau Agulles, professore di teologia morale presso la pontificia università della Santa Croce sarà il nostro rettore a partire dell’anno 2017/18. Per festeggiare e ringraziare don Javier e dare il benvenuto a don Pau abbiamo organizzato un pranzo conviviale sabato 10 giugno, anniversario dell’ordinazione sacerdotale di don Javier.

Grazie per tutti questi anni di affetto e di preghiera per noi ad Altomonte e auguri per il nuovo incarico!

Il tesoro Nascosto nel Campo

Noi l’abbiamo trovato, anzi siamo stati trovati dall’Amore del Signore e quanto più ci lasciamo toccare da questo suo amore nella vita sacramentale, nella vita di preghiera, nella vita del lavoro, del tempo libero, tanto più possiamo capire che sì, ho trovato la vera perla. (Benedetto XI, 17/02/07)

Il senso della vita di ogni presbitero si orienta sempre verso questa perla cioè l’Amore del Signore, ogni prete che viene a Roma, lascia la sua diocesi e le sue attività pastorali per andare ad incontrare l’Amore di Dio in altri luoghi, portare la perla della sua vocazione che lui ha incontrato e condividerla con altri, questo è il caso del nostro fratello Daniel Kamanga che lasciando Malawi è venuto a Roma ma specificamente alla Santa Croce per condividere insieme ad altri la sua esperienza del Amore di Dio e allo stesso tempo per poter imparare della esperienza e scienza teologica per poi tornare al suo paese e continuare a condividere questa ricchezza di cui ha attinto.

La formazione academica de un sacerdote a Roma viene arricchita non soltanto della vita accademica della Università ma anche della esperienza della vita vissuta insieme ad altri preti che permettono crescere nella vita fraterna del sacerdote diocesano. Ad Altomonte si vive costantemente l’incontro con Cristo nella Eucaristia ma soprattutto si cammina insieme per crescere in questo Amore che ci ha incontrato a noi e ci ha fatto diventare Sacerdoti per comunicare le meraviglie del suo Amore.

32592698264_e6b14e98d4_k
Daniel Kamanga in primo piano ridendo con Evans Miti

Avvicinarsi alla Penitenza

Lo scorso venerdì 17 marzo, Papa Francesco ha presieduto la Celebrazione Penitenziale svolta in San Pietro, e alcuni di noi abbiamo avuto l’opportunità d’accompagnarlo come confessori. La confessione sempre è un momento specialissimo per il sacerdote, che lascia le sue mani al Signore, lascia le sue parole, ma soprattutto lascia il suo povero cuore perché sia Lui ad avvicinarsi ai penitenti con il suo cuore  misericordioso.

Invece altri siamo stati all’Udienza con il Papa per i partecipanti al Corso sul Foro interno, promosso dalla Penitenzieria Apostolica, dove ci ha dato dei consigli per diventare buoni confessori.

20170317_Ingressso-Aldemar-Juan-David

Questa celebrazione penitenziale è stata una preparazione per le “24 ore per il Signore”, promosso da Papa Francesco. Quest’anno l’iniziativa ha per moto “Misericordia io voglio”, prendendo le parole da Matteo 9, 13. Come l’anno scorso, anche noi ci uniremo all’evento con una vigilia del Santissimo da venerdì sera a sabato pomeriggio.

20170317_Confessione-Reinaldo

Importanza della formazione permanente

Venerdì 17 scorso abbiamo avuto la gioia di ricevere ad Altomonte Mons. Jorge Carlos Patrón Wong, Segretario della Congregazione per il Clero, con l’incarico speciale per i seminari e la formazione del clero. Quelli che sono arrivato quest’anno hanno chiacchierato con lui in un amichevole scambio di impressione: l’arrivo a Roma, imparare una nuova lingua, trovarsi in un ambiente internazionale, le sfide di essere lontani della parrocchia, della famiglia, del cibo abituale…

20170317_Wong-Charla.jpg

Avendo in mente la recente pubblicazione della Ratio Fundamentalis Institutionis Sacerdotalis “Il Dono della vocazione”, ci ha incoraggiato a non dimenticare l’importanza della formazione permanente, a pregare per i nostri vescovi e in modo particolare per il Santo Padre. Ci ha fatto capire che la sua presenza fra di noi, è l’espressione materiale del desiderio di Papa Francesco di accompagnarci in questi anni, così speciali, in cui dobbiamo “imparare Roma”, come diceva San Giovanni Paolo II.