Comincia la Clericus Cup

Domenica scorsa, sotto la pioggia romana che ci accompagna questi giorni, abbiamo cominciato di nuovo la nostra partecipazione alla Clericus Cup.

Il gruppo di quest’anno è piuttosto forte, come ogni anno, ma come sempre ci impegneremo al massimo per fare una bella figura. Ce la giochiamo contro il Pontificio Collegio Urbano, vincitore della precedente edizione; contro i seminaristi statunitensi del North American Marthirs, e infine contro i nostri vicini del Pontificio Collegio Pio-Latino.

20180228_Clericus-cup_boateng

La partita domenicale è stata contro i ragazzi di Propaganda Fide del Collegio Urbano. È stata una partita dura, sia per la pioggia che per la velocità del contrario, ma abbiamo lottato duramente fino alla fine. Purtroppo una rete fortuita il 39′ ha dato vantaggio ai seminaristi, ma non abbiamo crollato, almeno come squadra, perché ci sono stati 5 cambiamenti obbligati per il grande sforzo che ha portato al limite fisico ai nostri giocatori. Così siamo riusciti a mantenere il risultato fino all’ultimo minuto, che dopo una bella giocata di Kayiwa hanno fatto una seconda rete. Risultato finale 2-0.

Abbiamo giocato come mai, e abbiamo perso come sempre.

Questa è stata la partita più difficile. Ancora è tutto aperto, e il girone da decidere. Difenderemo con onore la nostra maglia blaugrana.

20180228_Clericus-cup_gambe

Annunci

Momenti Speciali

Lo scorso 10 febbraio abbiamo avuto la Santa Messa di funerale in ricordo di Catalino Muralles, papà di don Tito che abita presso il nostro Collegio. Un’opportunità per pregare tutti insieme e accompagnare nel suo dolore un nostro fratello. I cantici, a cura del piccolo coro di Altomonte, sono stati guidati da don Cyprien e il Diacono Maxime.

Il venerdì 2 marzo avremo un’altra Messa di funerale per il papà di don Santiago che ci permetterà ancora di essere insieme come una grande famiglia Altomonte. Al nostro ricordo uniamo anche i nostri benefattori defunti e gli alumni defunti della Pontificia Università della Santa Croce. Riposino in pace.

 

Retiro ad Altomonte

Sabato scorso abbiamo cominciato con il nostro primo ritiro mensile ad Altomonte, è al tempo stesso cominciato la tematica che ci guiderà lungo l’anno accademico. Quest’anno guardiamo alla formazione Sacerdotale prendendo  spunto dalla “Ratio Fundamentalis Institutionis Sacerdotalis“.

Abbiamo avuto come predicatore il Rev. Prof. Don Manuel Belda che ci ha ricordato che il nostro Sacerdozio deve essere sempre riflesso del Cuore di Cristo. Un ritiro indirizzato non soltanto ai sacerdoti ma anche ai diaconi che qui vi abitano. Abbiamo quindi riflettuto che il Sacerdozio non è il punto di arrivo bensì il punto di partenza verso la missione che ci aspetta nelle nostre diocesi, perciò la formazione all’università e gli studi accademici prepara quelli che ne partecipano per renderci più disponibile al lavoro pastorale.

Alla fine abbiamo avuto il Santo Rosario e la benedizione col Santissimo. Vi affidiamo alle nostre preghiere e vi chiediamo di pregare per noi Sacerdoti in formazione.

Comincia il corso 2017-18

Ogni inizio dell’anno accademico è un momento speciale: ci ritroviamo i vecchi studenti dopo il tempo estivo e accogliamo quelli che sono appena arrivati, riprendiamo le lezioni e comincia di nuovo lo studio. Ci sono tante sfide, illusioni e impegni da portare avanti.

Il corso comincia pian piano, ma è nella Santa Messa dello Spirito Santo, dove ci troviamo tutti per affidare al Signore la nostra vita e il nostro studio, che si dà inizio ufficiale al nuovo corso.

20171017_messa-gruppo

La celebrazione è stata presieduta da Mons. Luis Navarro, Rettore Magnifico dell’Università, che ci ha ricordato nell’omelia che questi anni romani saranno molto importanti per la nostra vita sacerdotale.

Avremmo l’occasione di vivere il sacerdozio in un modo diverso, dal vertice di una visione universale, nel servizio fraterno dei sacerdoti che camminano con noi in questa aventura che è appena cominciata.

20171017_tavolo

La celebrazione ha continuato con la cena festiva che abbia condiviso, in cui Don Luis Navarro, già residente di questo Collegio, ci ha salutato a tutti; chiedendoci di pregare per tutta l’università: i docenti, gli studenti, ma anche quelli che vi lavorano.

Prima Messa ad Altomonte

Sabato scorso abbiamo festeggiato una prima Messa che aspettavamo da tempo ad Altomonte. Uno dei nostri più cari diaconi è stato ordinato quest’estate. Purtroppo non ne possiamo dire il nome, perché la sua ordinazione è stata clandestina. Infatti non è stato fino alcuni giorni dopo l’ordinazione che abbiamo saputo che era già diventato sacerdote.

Nel suo paese alcuni sacerdoti sono ordinati in celebrazioni segrete col Vescovo e pochi assistenti, per motivi di sicurezza. Così servono la sua Chiesa dall’anonimato, cercando di portare il Signore nascosto dal controllo dello stato.

20171010_prima-messa-tutti
Purtroppo dobbiamo mascherare la faccia del nuovo sacerdote

Speriamo il ministero del nostro nuovo sacerdote sia fruttuoso e pieno di GIOIA nel Signore.

Sulle orme di San Francesco

Lo scorso 23 di settembre i nuovi sacerdoti arrivati a Roma siamo andati a deporre sulla tomba di questo grande Santo il nostro caro Francesco, le nostre preghiere per il Santo Padre, inoltre siamo andati a raccomandare questo inizio di anno accademico, la nostra visita è cominciata presto con la Santa Messa che insieme abbiamo concelebrato.

Abbiamo visitato Santa Maria degli Angeli e tutti i posti francescani che la città ci ha offerto, per noi nuovi sacerdoti è stata una esperienza magnifica dove abbiamo potuto condividere insieme la nostra fraternità sacerdotale e allo stesso tempo abbiamo pellegrinato chiedendo per il nostro ministero sacerdotale che d’ora in poi si svolgerà a Roma.

20170926_assisi-strada

La nostra giornata fu una combinazione di preghiera ed emozioni per visitare questi posti incredibili, la vita de San Francesco ci ispira ad impegnarci e vivere il nostro sacerdozio sempre pensando ai più bisognosi e mettendo in preghiera tutte le nostre azioni.

20170926_assisi-basilica

Mons. Patron torna a casa

Lo scorso 16 settembre S.R. Mons. Patron Wong, Segretario della Congregazione per il Clero, ha avuto un primo incontro con i sacerdoti studenti che sono appena arrivati. In un’amichevole conversazione, ci ha fatto capire la vicinanza del Santo Padre a tutti noi, sottolineando l’importanza di questi anni romani per la nostra formazione e quella delle famiglie in diocesi tramite noi. Ha insistito con molta forza che siamo venuti a Roma non solo per studiare ma soprattutto per essere migliori sacerdoti per diventare sempre migliori pastori.

Per tre volte ha detto che la nostra fraternità sacerdotale è fondamentale invitandoci a curare con affetto tutti i nostri fratelli sacerdoti e i seminaristi. Poi, dopo l’incontro, abbiamo avuto l’onore di averlo avuto ospite a cena.

Grazie Monsignor Patron perché ci fa sentirci a nostro aggio a Roma, La aspettiamo ancora a questa casa sua.

Grazie e auguri

Don Javier Canosa, rettore del Collegio Sacerdotale Altomonte ormai da parecchi anni fa, ci ha comunicato che è stato chiamato ad un’altro incarico. A partire del mese di settembre sarà rettore di un seminario internazionale.

Don Pau Agulles, professore di teologia morale presso la pontificia università della Santa Croce sarà il nostro rettore a partire dell’anno 2017/18. Per festeggiare e ringraziare don Javier e dare il benvenuto a don Pau abbiamo organizzato un pranzo conviviale sabato 10 giugno, anniversario dell’ordinazione sacerdotale di don Javier.

Grazie per tutti questi anni di affetto e di preghiera per noi ad Altomonte e auguri per il nuovo incarico!

Il Padre acoglie Altomonte

Mons. Fernando Ocáriz, prelato del Opus Dei ha visitato il nostro Collegio Sacerdotale lo scorso sabato 27 maggio.

Nell’incontro grato ed informale ci ha ricordato che dobbiamo essere uomini di preghiera, portare il Papa a tutti e ci ha insistito che dobbiamo raccomandare quelli che saranno affidati a noi nel futuro.

20170528_mons-ocariz

Ha detto che nella valigia che porteremo a casa dopo questi anni romani potremmo mettere non solo lo studio ma anche la vita spirituale, il lavoro pastorale e la fraternità sacerdotale.

Padre, preghi perché si realizzi in noi il sogno di San Josemaría, cioè di essere sacerdoti al 100%.

20170528_asia

20170528_africa.jpg