Mons. Patrón Wong visita Altomonte

Il giovedì 14 gennaio abbiamo avuto la gioia di avere presso il Collegio Sacerdotale Altomonte Mons. Jorge Carlos Patron Wong, segretario del Clero per i Seminari. L’Arcivescovo ha voluto darci generosamente il suo tempo per avvicinare Papa Francesco a tutti noi. Ci ha portato i saluti dal Cardinale Stella e da quelli che lavorano presso la Congregazione del Clero perché, ci ha detto, al Santo Padre interessa molto la formazione dei sacerdoti che oggi studiano a Roma. Mons. Patrón ci ha ricordato che la formazione pastorale permanente sarà affidata ai sacerdoti che hanno studiato a Roma e che da quella formazione dipende in non poca misura il rinnovamento della Chiesa.

“Da Papa Francesco uno impara a non mostrarsi mai stressato, ci fa capire che i sacerdoti non dobbiamo far sembrare che siamo seri. La gente ha bisogno di una espressione gioiosa, non far capire che abbiamo molto da fare. Il Papa gode l’incontro con tutte le persone e gode ciò che sta facendo, abbassa il livello di preoccupazione di tutti noi in Vaticano”.

Il Papa è un grandissimo lavoratore, che si sveglia molte volte prima delle cinque del mattino e lavora intensamente, continuamente, con tanta preghiera e tanto lavoro che si percepiscono come rapporto personale.

Mons Patrón ci ha detto che durante il nostro soggiorno a Roma è molto importante dare generosamente del tempo agli altri sacerdoti che sono con noi, perché così impariamo dalle situazione della Chiesa in tutto il mondo. E ha insistito che questi momenti sono unici nella nostra vita, invitandoci a pensare molto al ritorno in diocesi per essere servitori fedeli e gioiosi. Viviamo giorni preziosi a Roma di incontri personali e sforzi intellettuali. A Roma scopriamo la presenza incarnata della Chiesa ed aiuta vedere che ci sono situazioni più difficili dalle nostre.

IMG_7237

A Roma diventiamo come bambini che devono imparare un’altra lingua, come bambini. Ci ha incoraggiato ad accettare qualsiasi responsabilità e incarico dellapropria diocesi anche se non abbiamo tutte le sicurezze per portarla avanti. Finalmente ci ha suggerito diversi modi per prendere sul serio che la vita èformazione permanente. “Dobbiamo pregare e lavorare per il numero e la qualità delle vocazioni sacerdotali. Le diocesi dove sorgono le vocazioni e perché i sacerdoti accompagnano i giovani e fanno loro maturare”.

Alla fine dell’incontro abbiamo fatto delle fotografie e ci ha dato la sua benedizione.

Grazie Mons. Jorge Carlos Patrón Wong per la sua visita

Annunci